L’Amore ai tempi di Pornhub

sesso 2.0

grazie da parte di tutte le donne, ai creatori di Pornhub, un comodo sostituto del vecchio tradimento.

Grazie perchè finalmente la sera possiamo leggere un buon libro, fare la manicure, curiosare su Instagram, senza l’odioso senso di colpa dell’aver lasciato un uomo a bocca asciutta.

Lui si congeda con un sorriso, bacio sulla fronte, e con l’espressione di chi deve finire un lavoro sul pc, per forza.

Certo, bisogna superare il fastidio di sapere che lui si eccita guardando altre donne, che fanno cose inenarrabili, gemendo al primo struscio di coscia, gridando con facce cattive anche quando forse avrebbero voglia di prendere a pugni l’aitante manzo.

L’uomo è così. Non ha senso di colpa, e se la conta e se la canta x autolegittimarsi, sempre, comunque.

Ti tradisce, è colpa tua che non sei più attraente e sei stanca.

Guarda Pornhub, è colpa tua che non gliela dai, come e quando vuole. magari con un attacco di cistite e una giornata di merda sulle spalle.

È stanco, è colpa tua che non lo aiuti e non lo capisci.

È depresso, è colpa tua che non lo sproni.

È cerebralmente non dotato, è colpa tua perchè prima di conoscerti era candidato al Pulitzer, al Nobel e aveva grandi possibilità che per colpa tua non ha potuto esprimere al meglio.

Ma torniamo al porno.

Gli uomini lo sanno che le attrici sono pagate x fare e farsi fare ogni genere di depravazione/umiliazione/violazione di orifizi? Sanno che esistono creme anestetizzanti e droghe che abitualmente vengono usate? A tal proposito, consiglio la visione di un vecchio film davvero interessante, in cui, se non erro, c’erano ‘le preparatrici’. (Boogie Nights, di Anderson, 1997)

Comunque no. non lo sanno. Sono ingenui (alibi).

Infatti,

  1. hanno sempre delle ex che amavano fare qualunque cosa e godevano tantissimo (senso di inadeguatezza)
  2. le loro fantasie sono legge. le tue sono stupide idee, romantiche o demodé (dura stare al passo con le mode del porno e i generi, se non sei un frequentatore assiduo)
  3. le loro ex hanno sempre raggiunto l’orgasmo . Sempre.

Se i siti porno ci regalano qualche serena mezz’ora di puro relax (sfatiamo il mito che una donna sexy deve sempre e comunque averne voglia, anche lei ha i suoi bei momenti trash di reggiseno spaiato dalle mutandine e inguine non perfetto), regalano anche al maschio infiniti spunti di eccitazione che si trasformano in fantasie da mettere in atto. Cose dai nomi improponibili.

E allora, ogni tanto bisogna pur divertirsi…travestimenti da infermiera porca, da suora vogliosa, da cameriera seducente, da senior cheer leader. Trucco, parrucco e via.

Telecamera d’ordinanza, perchè lui ti dice che guarda le altre, ma in realtà pensa a te…se sei bionda e becchi nella cronologia prestazioni di brune, accettalo, lui pensava a te. Davvero. Ma non poteva averti.

E cosi ti improvvisi attrice, sapendo benissimo che guarderà i vostri filmati una volta, tentato dall’infinità varietà dei video offerti.

Donne multitasking, se siamo stanche, rassegnamoci. Lo fanno tutti. La differenza è tra chi lo dice (per umiliarti/farti sentire in colpa/inadeguata) e quelli che non lo dicono.  Diffidate dai falsi moralisti, che prendono spunto dal web per mettere le cose in pratica con altre donne.

E noi, ingenuamente ci sentiamo in colpa perchè un muratore ci ha fatto l’occhiolino e non glielo abbiamo detto, che tenerezza…

dormire la sera è un diritto.

Ma esiste la libertà di pensiero, che va bene fino a che non si trasforma in ossessione.

Purtroppo tutto ciò porta alla mancanza di fantasia, quella vera, quella che l’altra persona ti evoca.

Diventiamo brutte copie di filmati scadenti e mal doppiati.

Allora ci vuole un set adeguato, luci, inclinazioni di cuscini, musica hard, valigetta piena di lubrificanti (come anestetizzanti per l’anima e il corpo), travestimenti ,rossetti waterproof,  mascara waterproof (anche se il mascara che cola piace, evoca dolore e passività) e una valigia piena di surrogati del pene, di varie forme e colori.

Come a scuola. Si copiava anche dall’ultimo della classe se non ci si rendeva conto che lo fosse.

Notte…

L.C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...